Villetta Vacanze nel Salento
nnnnnnnnnnnnn... San Pietro in Bevagna (TA)

IN UN MANOSCRITTO DEL P.DOMENICO SARACINO DELL'ORDINE DEI PREDICATORI
----- A.D. 1741 -----

Arrivo del Glorioso Apostolo San Pietro in questo nostro mare.
Prima Messa celebrata in Italia e Fede ricevuta dai Felloni e Manduresi (ora chiamati Manduriani)

Era già l'anno 44 della nascita del Signore; ed 11 dopo la morte di Claudio Tiberio Cesare Imperatore, quando il Glorioso San Pietro, dopo aver fondata la Chiesa Patriarcale di Antiochia, che fu governata da Esso per anni sette, si mise in viaggio per venirsene in Roma con alcuni suoi discepoli. Postosi dunque su d'una navicella solcò per molti giorni il Mare Mediterraneo, acciò venisse dall'Asia in Italia, ma essendogli dalla veemenza dei venti stato impedito il cammino per la parte di Roma, ove intendea di andare, nel seno Tarantino trasportatosi vide, alla volta del Capo Japigio salentino, in questa nostra Provincia, sbarcò coi suoi nel lido rimpetto alla Città di Manduria, sei miglia distante; anzi in quel luogo ch'è vicino al fiume, quale da alcuni vien detto: Vania, da altri Fania, Bavania e Balania; che in memoria dell'arrivo viene oggi chiamato San Pietro del Bagno. In tal luogo discese nelle Calende di Aprile nell'anno 44 ed ivi celebrò la prima Messa. Quivi Egli fermatosi cominciò con tutto fervore e spirito Apostolico a predicare la Legge di Cristo, ed infervorando quei popoli che l'andavano ad ascoltare, acciò lasciata l'adorazione degli idoli adorassero il vero Dio e non pochi ne ridusse all'Ovile della Cattolica Chiesa.
Ma perchè in quel luogo, conforme disse, vi era il Fiume Betania ove di continuo andavano a bagnarsi i lebbrosi, stante la maggior parte di questi Abitatori erano di un Castello vicino all'antica Manduria, e distante dal Fiume tre miglia, chiamato Fellini. Oggi però i castelli, essendovi andato ancora ivi un giorno Fellone, padrone di Fellini, tutto lebbroso, per godere di quel bagno, ed essendo stato veduto dal glorioso Apostolo San Pietro, fu dal medesimo invitato al suo ragionamento, che convinto dalla forza delle sue ben fondate dottrine, venuto quindi a discorsi particolari, perchè il Signore lo voleva già salvo, si compromise l'Apostolo che se egli lasciava l'adorazione degli idoli, ed adorava
la SS. Trinità tosto sanato dalla lebbra faceva che si vedesse. Ond'è che Fellone acconsentendo alle parole del Santo, pigliato questi l'acqua del Fiume, ed espergendola lo battezzò, ed altresì sano e salvo lo restò dalla lebbra, che lui pativa. All'esempio del Padrone non tardarono di correre tutti gli altri lebbrosi, che confessando di credere a Gesù Cristo subito che furono con quelle acque battezzati dal Santo, si videro anche liberi, ed in tal guisa che mai più di quel pestifero male patirono. Non passarono molte ore, che sparsa la fama dell'operazioni del Santo, corsero tutti i Manduriensi a ricevere il Santo Battesimo, e così di mano in mano gli Oritani, e quasi tutti i popoli della nostra Japigia che fin oggi ancora si vedono strepitosi miracoli delle acque di quel fiume, mentre correndo i popoli da diversi e lontani paesi infermi entrati nell'acqua di quel fiume, meglio che nell'acque di Siloe, si vedono tosto risanati e colla primitiva lor salute.
Poco lungi da quel detto Fiume si vede una torre, sotto della quale vi è una Cappelluccia, ove l'Apostolo celebrò la prima Messa in Italia e vi è tradizione, che avendoci voluto un Vescovo celebrare per la poco riverenza ci restò morto. In questa vi è un antico quadretto con l'effigie del Santo molto miracolosa tanto che quando i Manduriensi si vedono in qualche bisogno, correndo ivi tutti processionalmente col Clero e Magistrato, e fatto l'obbligo di restituirlo nel suo luogo, subito gli fa la grazia.

Foto Chiesa San Pietro in Bevagna

 

Foto interno chiesa San Pietro in Bevagna
 

L'origine storica di San Pietro in Bevagna è strettamente legata alla storia dell'apostolo San Pietro. La leggenda, infatti, narra che durante un viaggio per mare, era l'anno '44, colto da una brutta tempesta San Pietro naufragò sulle coste ioniche della località e precisamente proprio dove oggi sorge la bellissima chiesetta al centro del paese.


Quadro di San Pietro


Fonte Battesimale antico

    Tradizioni locali religiose
... la processione penitenziale a piedi da San Pietro a Manduria

 

 


La processione penitenziale fatta da San Pietro in Bevagna a Manduria a piedi per portare il "ritratto miracoloso" del principe degli Apostoli e posizionarlo accanto al Santo patrono San Gregorio e alla Madonna Immacolata, è un rito antichissimo dei cittadini Manduriani. Questa processione come atto di penitenza, non ha delle date precise di svolgimento, ma viene effettuata nei periodi di maggiore siccità perché i santi possano invocare e pregare l’arrivo della pioggia.



Foto antica della processione

Questa antichissima processione è chiamata anche "Processione degli alberi" perchè durante il tragitto a piedi, molti fedeli come atto di penitenza portano sulle spalle pesantissimi tronchi di alberi di ulivo, albero caratteristico del nostro territorio. Durante la processione che inizia all'alba dalla chiesa di San Pietro verso Manduria (distanza 12 Km), tutti i fedeli recitano preghiere e lodi al Signore per intercessione del nostro San Pietro, di cui qui di seguito vi riportiamo una preghiera antichissima in dialetto:

Santu Pietru binidittu
ca allu desertu stai
tantu bene ti ozze Cristu
ca te donau le chiai
tanni a nui lu Paradisu
tu ca n’hai la potistai
San Pietro benedetto
che stai nel deserto
tanto bene ti volle Gesù Cristo
che ti donò le chiavi
donaci a noi il Paradiso
tu che ne hai la potestà.



Foto più recente della processione

L' immagine del Santo, una volta arrivata a Manduria, viene posizionata accanto alla Statua di San Gregorio (patrono della città di Manduria) e alla statua della Madonna Immacolata nella Chiesa Madre, dove vi rimane per circa una settimana per poi essere riportato solennemente e sempre in processione a piedi nella sua casa. Durante questo periodo vengono celebrate messe, preghiere e feste in suo onore.
Esiste un importante documento video del 1933, girato dall’ Istituto Luce, che ci mostra lo svolgimento della processione, grazie al quale possiamo cogliere tutta la solennità e la singolarità del rito, che ancora oggi si svolge in particolari circostanze: https://www.youtube.com/watch?v=j6xmmx4AqaM

 
Seguici anche su



Villetta Vacanze - San Pietro in Bevagna

Via dei Lillà n. 63
San Pietro in Bevagna
74024 Manduria (Ta)

Tel.: 392 66 08 783

info@manduriavacanze.com